Circolare n.5

DETRAZIONI D’IMPOSTA ANNO 2020

Salò, 24 gennaio 2020

Ricordiamo a tutte le Aziende che devono inoltrare allo Studio i modelli delle detrazioni correttamente compilati, relativi ai dipendenti per i quali siano intervenute variazioni rispetto alla loro situazione familiare dichiarata nell’anno 2019 (il modello segue la presente circolare).

Facciamo presente che le detrazioni per i carichi di famiglia sono riconosciute se il percipiente dichiara di avervi diritto, indica le condizioni di spettanza e si impegna a comunicare tempestivamente le eventuali variazioni.

Si chiede di compilare in ogni campo il modulo allegato ed inviarlo allo Studio Amarelli & Partners – Quinzan all’indirizzo email del payroll di riferimento entro e non oltre il 31/01/2020.

Lo Studio, salvo comunicazioni di variazione, continuerà ad applicare le detrazioni richieste con i modelli degli anni precedenti.

 

Ricordiamo brevemente le condizioni per fruire delle detrazioni per familiari a carico:

·        coniuge, non legalmente ed effettivamente separato (anche se non convivente);

·        figli, compresi quelli naturali riconosciuti, adottivi, affidati e affiliati (anche se non conviventi);

·        altri familiari, se conviventi con il lavoratore.

 

Si ricorda che sono da considerarsi fiscalmente a carico:

ü     il coniuge con reddito complessivo annuo non superiore a euro 2.840,51;

ü     i figli di età inferiore a 24 anni con reddito complessivo annuo non superiore a 4.000 euro;

ü     i figli di età superiore a 24 anni con reddito complessivo annuo non superiore a euro 2.840,51.

 

Le detrazioni vanno rapportate a mese, e spettano dal mese dell’anno in cui si verificano a quello in cui cessano le condizioni previste.

La detrazione per i figli a carico non può essere ripartita liberamente fra i due genitori, ma deve essere suddivisa al 50% tra i genitori non legalmente ed effettivamente separati. In alternativa se c’è accordo fra i genitori, può essere attribuita al 100% al genitore che possiede il reddito più elevato. Se i genitori sono separati (sia separazione consensuale che giudiziale) e comunque in ogni caso di cessazione degli effetti civili del matrimonio (es: divorzio), la ripartizione della detrazione può essere disciplinata in modo diverso a seconda dell’affidamento dei figli.

 

Come di consueto lo Studio è a vostra disposizione per qualsiasi approfondimento.

AMARELLI & PARTNERS – QUINZAN

I nostri contatti

Via Mulini, 9/A

25087 Salò (BS)

P.IVA e C.F. 02222180982

Ufficio: 0365.20825

Email: info@studio-associato.net

Web: www.studio-associato.net

Il nostro team è attivo da più di 30 anni nella Consulenza del Lavoro e nell'elaborazione di paghe e contributi, e annovera professionisti di grande esperienza.

  • Grey Facebook Icon
  • Grey LinkedIn Icon

Copyright 2020 by Amarelli & Partners - Partita IVA 02222180982