Circolare n.35

Decreto Aiuti bis: ulteriori misure in favore di lavoratori, imprese e famiglie

16 agosto 2022

Desideriamo informarvi che è stato pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 185 del 9 agosto 2022 il decreto-legge n. 115 2022 c.d. "Aiuti bis" recante Misure urgenti in materia di energia, emergenza idrica, politiche sociali e industriali. Il provvedimento è entrato in vigore il 10 agosto 2022.
Vi segnaliamo, in particolare, le modifiche rilevanti in materia di lavoro.
WELFARE AZIENDALE
Limitatamente al periodo d’imposta 2022, in deroga a quanto previsto dall’articolo 51, comma 3, del TUIR, non concorrono a formare il reddito il valore dei beni ceduti e dei servizi prestati ai lavoratori dipendenti nonché le somme erogate o rimborsate ai medesimi dai datori di lavoro per il pagamento delle utenze domestiche del servizio idrico integrato, dell’energia elettrica e del gas naturale entro il limite complessivo di euro 600,00.

ESONERO PARZIALE DEI CONTRIBUTI PREVIDENZIALI A CARICO DEI LAVORATORI DIPENDENTI
Per i periodi di paga dal 1° luglio 2022 al 31 dicembre 2022 (compresa la tredicesima o i relativi ratei erogati nei predetti periodi di paga) l’esonero sulla quota dei contributi previdenziali per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti a carico del lavoratore è incrementato di 1,2 punti%.

ESTENSIONE AD ALTRE CATEGORIE DEL BONUS 200 EURO
L’indennità una tantum di 200 euro prevista dall'art. 32, comma 1, del Decreto Aiuti è riconosciuta anche:
 ai lavoratori con rapporto di lavoro in essere nel mese di luglio 2022 e che fino alla data di entrata in vigore del predetto Decreto non hanno beneficiato dell'esonero sulla quota dei contributi previdenziali per l'invalidità, la vecchiaia e i superstiti di cui alla Legge di Bilancio poiché interessati da eventi con copertura di contribuzione figurativa integrale dall'INPS; L’indennità è riconosciuta, in via automatica, per il tramite dei datori di lavoro, nella retribuzione erogata nel mese di ottobre 2022, previa dichiarazione del lavoratore attestante quanto previsto dal Decreto Aiuti;
 ai soggetti beneficiari di trattamenti pensionistici a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, di pensione o assegno sociale, di pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione con decorrenza entro il 1° luglio 2022 (anziché entro il 30 giugno 2022);
 ai collaboratori sportivi (che siano stati, in particolare, beneficiari di almeno una delle indennità richiamate dal Decreto).

Come di consueto lo Studio è a vostra disposizione per qualsiasi approfondimento in materia.

AMARELLI & PARTNERS